Alimentazione Macrobiotica

Biosfera Nature | Alimenti Biologici | Erboristerie | Cosmesi Naturale | Poggibonsi | Siena

Il termine macrobiotica deriva da due parole greche:

  •     Makro: che significa “grande” o “lungo”
  •     Bios: che significa “vita”

Pertanto il significato di Macrobiotica è “lunga vita” o meglio ancora “grande vita”. Il termine esprime bene la volontà di vivere una vita grande, vissuta pienamente in tutti gli aspetti che l’uomo può sviluppare perché insiti nella sua stessa umanità.

Il termine macrobiotica viene attribuito al medico Ippocrate, padre della medicina occidentale, ma nell’epoca moderna esso è stato riproposto dal filosofo giapponese George Ohsawa che ha pubblicato numerosi libri cercando una fusione tra le medicine e le tradizioni occidentali e orientali.

I principi base della macrobiotica.

La macrobiotica è l’arte della scienza della salute e longevità attraverso lo studio e la comprensione della relazione ed interazione che c’è tra l’uomo, la sua alimentazione, lo stile di vita che conduce e l’ambiente in cui vive.

Visto che, come stanno affermando in molti, siamo ciò che scegliamo di mangiare e lo stile di vita che conduciamo influenza la nostra salute e il nostro stato di benessere, la macrobiotica enfatizza l’importanza di una dieta appropriata e uno stile di vita adeguato.

Oltre a questo la macrobiotica inserisce due termini orientali molto antichi nell’alimentazione di tutti i giorni, ovvero lo Yin e lo Yang.

Lo Yin e lo Yang sono due termini opposti tra loro ma allo stesso momento complementari, nulla, infatti, è completamente Yin o completamente Yang.

L’intento di questo regime alimentare, è di creare un’armonia ed equilibrio nella propria alimentazione e benessere psico-fisico.

Da qui nasce la classificazione degli alimenti dal più Yin al più Yang. Di conseguenza è più facile ottenere un equilibrio nella propria alimentazione utilizzando cibi che non siano ne troppo Yin ne troppo Yang.

Cereali integrali dovrebbero rappresentare circa il 40-60% dell’alimentazione quotidiana vanno consumati preferibilmente in chicchi integrali. Altri modi di consumare i cereali sono sotto forma di farine, cereali spezzati fiocchi, pasta e prodotti da forno salati. Un piatto a base di cereali dovrebbe essere presente in ogni pasto. Il riso integrale è ritenuto il cereale più completo ed equilibrato.

Verdure: rappresenta un’altra quota importante dell’alimentazione macrobiotica, circa un terzo del cibo quotidiano. È buona abitudine cambiare spesso il tipo di verdura, avendo cura di usare sia radici come carote, ravanelli e rape, che verdure che crescono al livello del suolo come cavoli, cipolle, zucche, e infine anche verdure in foglie come broccoli, cime di rapa e insalate. Non sono adatte per un uso regolare e quotidiano le verdure acide o di origine tropicale come ad esempio i pomodori, le patate, melanzane peperoni, asparagi e spinaci.

Legumi e alimenti proteici vegetali: i legumi in combinazione con i cereali, sono un importante fonte di proteine. I legumi, pertanto, dovrebbero rappresentare il 5-10% dell’alimentazione quotidiana. Fonti vegetali di proteine sono il tofu, il seitan e il tempeh.

Alghe marine: le alghe sono una straordinaria fonte di minerali e vitamine! Venivano utilizzate molto in tutto il mondo nell’antichità, sono state poi dimenticate nell’Occidente, per essere riscoperte solo di recente grazie al sempre maggior interesse che suscita questo stile alimentazione-vita.

L’alga Kombu, che usata nella cottura dei legumi li rende più digeribili, evitanto quindi la formazioni di gas; l’alga Wakame, l’alga Nori, l’alga Hijiki e L’alga Arame sono le più usate nell’alimentazione macrobiotica.

Zuppe: nell’alimentazione macrobiotica è consigliato l’uso quotidiano di una zuppa di verdure con eventuale aggiunta di un po’ di alghe, legumi o cereali. La zuppa deve essere condita principalmente con miso, o in alternativa con Shoyu o Tamari.

Oli e condimenti: i grassi da utilizzare per il condimento e la preparazione dei cibi sono quelli di origine vegetale come l’olio di girasole, olio di oliva e altri oli spremuti a freddo. Per quanto riguarda il sale è da preferire quello marino integrale in quanto è più ricco di oligoelementi. Altri condimenti salati sono il gomasio, la salsa di soia, il miso, il natto miso, la tekka ecc. Per quanto riguarda gli aceti sono da preferire quello di riso, di mele e l’acidulato di umeboshi.

Semi oleosi: semi come quelli di zucca, noci, nocciole, mandorle ecc. rappresentano un buona fonte di proteine vegetali, grassi polinsaturi e anche Sali minerali. Sono però da usare in quantità moderata.

Frutta: l’alimentazione macrobiotica consiglia di mangiare frutta di stagione e del clima in cui si vive. Non si consiglia l’uso della frutta in grosse quantità e anche la frutta dolce essiccata deve essere usata in piccole quantità.

Dolcificanti: da evitare  sono zucchero e tutti gli alimenti che lo contengono; per dolcificare è indicato il malto ottenuto dai cereali.

Cibo di origine animale: l’alimentazione macrobiotica predilige l’uso di pesce rispetto agli altri cibi di origine animale. Infatti in una alimentazione macrobiotica equilibrata può non essere necessario nutrirsi con alcun cibo di origine animale. Però normalmente si consiglia il consumo di pesce una o più volte alla settimana, anche secondo le necessità individuali.

Possono essere utilizzate anche carne bianche, come pollame, e le uova se ritenuto necessario; al contrario si sconsiglia l’uso di carni rosse, di latte e di tutti i suoi derivati.

Bevande: in macrobiotica le bevande raccomandate sono il tè kukicha, il tè bancha, orzo e altri cereali tostati. Tutte le tisane tradizionali che non hanno effetti stimolanti possono essere utilizzate.

Raccomandazioni: tutti i cibi consumati devono avere origine biologica e devono essere preparati secondo metodi tradizionali e naturali.

Per la cottura si consiglia il fuoco a legna o il gas, non sono raccomandate altre fonti di calore come l’elettricità o il forno a microonde.

Come ultimo consiglio, ma non per questo meno importante, si consiglia di masticare bene ogni boccone di cibo, idealmente almeno cinquanta volte.

 

Biosfera Nature | Spazio Naturale | Via Salceto, 85/a | Poggibonsi | Siena