Gli antiossidanti

Biosfera Nature | Alimenti Biologici | Erboristerie | Cosmesi Naturale | Poggibonsi | Siena

 

A partire dagli anni Ottanta, molte ricerche hanno confermato che molte delle malattie più comuni del XX secolo sono associate a una carenza di nutrienti antiossidanti e che possono migliorare grazie all’integrazione di questa sostanza.

In futuro è possibile che, insieme con le comuni analisi del sangue (colesterolo e glicemia) e alla misurazione della pressione, ci sottoporremo abitualmente anche ad esami dei livelli ematici di nutrienti antiossidanti.

Infatti questi importanti nutrienti possono risultare lo specchio più fedele per definire l’età biologica e prevedere la presunta durata della vita.

Ciò che accomuna l’invecchiamento e l’insorgenza delle malattie è il danno ossidativo, ovvero i processi di ossidazione che naturalmente insorgono nel nostro corpo per lo svolgimento della vita: gli antiossidanti aiutano a proteggere il nostro corpo da questo danno sia come prevenzione, sia come misura terapeutica.

Fino ad oggi sono stati scoperti oltre cento nutrienti ad attività antiossidante  e moltissimi studi ne hanno confermato i benefici. Quelli che svolgono un ruolo primario sono le vitamine A, C ed E, inoltre abbiamo il betacarotene precursore della  vitamina A, contenuto nella frutta e nella verdura.

Ma cosa è il processo ossidativo e cosa sono gli antiossidanti?!

Il processo ossidativo a cui le nostre cellule vanno incontro è uno stato che non possiamo interrompere, avviene naturalmente in quanto viviamo. Durante questi processi si formano però delle sostanze che sono dannose per noi, i temuti e conosciuti radicali liberi. Responsabile della formazione di tutto ciò è l’ossigeno, elemento fondamentale per la nostra vita! Senza ossigeno infatti non potremo ricavare dagli alimenti l’energia che serve per sostenere tutti i processi fisiologici.

L’ossigeno però è molto reattivo e nelle normali reazioni biochimiche può diventare instabile e causare danni alle molecole vicine con l’eventualità di portare alla formazione di tumori, infiammazioni, danno a carico delle arterie e invecchiamento.

Come già anticipato, i responsabili di tutto questo sono i radicali liberi i quali si formano in tutti i processi di combustione come quello delle sigarette, la cottura alla brace, la frittura e non ultimo i normali processi che avvengono nel nostro organismo.

Ecco che entrano in campo gli antiossidanti: queste fantastiche molecole sono in grado di neutralizzare i radicali liberi.

Alcuni sono noti nutrienti essenziali come la vitamina A, il beta carotene, la vitamina E e C; altri osno meno conosciuti come i biflavonoidi, le antocianidine, il picogenolo ecc…

Studi su larga scala hanno dimostrato che il rischio di morte risulta notevolmente ridotto nei soggetti con alti livelli ematici di antiossidanti e un alto rapporto di antiossidanti attraverso la dieta. Al contrari un basso apporto di vitamina A, C ed E è associato al morbo di Alzheimer: il valore ematico di vitamina E  e di betacarotene nei soggetti malati è della metà rispetto a soggetti anziani sani.

Le persone anziane con bassi livelli di vitamina C hanno maggiori rischi di cataratta e si è riscontrato che bassi livelli di vitamina A sono tipici di soggetti con cancro polmonare.

Gli antiossidanti potenziano il sistema immunitario e aumentano la resistenza alle infezioni; nei bambini l’abituale integrazione con vitamina A riduce in modo significativo le infezioni delle vie respiratorie. È stato dimostrato che sono in grado di diminuire i sintomi dell’AIDS e, in un modesto numero di casi, ne determinano la regressione; riducono l’infiammazione nelle arterie, aumentano la fertilità e svolgono un ruolo molto importante in molte infezioni tra cui il raffreddore e la sindrome da stanchezza cronica.

Per neutralizzare in modo adeguato i radicali liberi è necessario un apporto combinato di vitamina E, A e C, uniti a betacarotene, glutatione, acido lipolico e coenziama Q10. Assumere uno soltanto di questi antiossidanti è poco saggio e può risultare persino pericoloso.

Quando la produzione di radicali liberi dannosi supera l’assunzione di antiossidanti protettivi iniziano a manifestarsi i primi segni di ammonimento: infezioni frequenti, facilità alle ecchimosi, rimarginazione lenta delle ferite, assottigliamento della pelle o eccessive rughe rispetto all’età.

 

Ogni giorno si scoprono moltissimi nuovi antiossidanti presenti in natura come nei frutti di bosco, nell’uva nei, pomodori, nei broccoli e ancora in erbe come nel ginkgo biloba o nella curcuma. Consumare in modo frequente patate dolci, crescione, carote piselli è un ottimo modo per aumentare il potere antiossidante del nostro organismo! Attenzione però: questi cibi non devono essere fritti!!!!!!

Alcuni cibi con un potere antiossidante molto elevato sono le prugne secche, le more, i mirtilli, seguiti da spinaci, fragole, cavolo riccio, lamponi, germogli di erba medica. Tutti questi alimenti dovrebbero essere consumati giornalmente per mantenersi attivi e vitali!

Per avere un apporto ottimale di antiossidanti basta consumare giornalmente una tazza di mirtilli, un quarto di tazza di uvetta e tre prugne secche; oppure un cestino di fragole e due porzioni di cavolo riccio o di broccoli. Ecco a voi la ricetta semplice e gustosa della longevità!!!!

Un ottimo alimento sono i frutti di bosco, ma non deve essere sottovalutata nemmeno l’anguria: la sua polpa infatti contiene betacarotene e vitamina C, mentre i semi sono ricchi di vitamina E e minerali come zinco e selenio.

Anche gli amminoacidi cisteina e glutatione sono due molecole molto importanti dal punto di vista antiossidante: infatti producono un enzima chiamato glutatione-perossidasi il quale aiuta a disintossicare l’organismo. Infatti ci protegge dai gas di scarico delle auto, dagli agenti cancerogeni dagli eccessi di alcool e dai metalli pesanti. Questi due amminoacidi sono molto abbondanti nelle carni bianche, nel tonno, nelle lenticchie, nella frutta secca, nei semi, nella cipolla e nell’aglio, ed è stato dimostrato che rinforzano il sistema immunitario.

A conclusione della nostra breve “incursione” nel fantastico mondo degli antiossidanti, è consigliabile accertarsi che l’integrazione giornaliera di queste sostanze sia adeguata alle nostre necessità, soprattutto nei casi di persone di mezza età, che vivono in una città inquinata o che sono inevitabilmente esposte a radicali liberi.

Il modo più semplice e facile affinché si abbia un ottimale apporto di antiossidanti è assumere un integratore antiossidante completo.

Tratto dal libro “Manuale di nutrizione familiare” di Patrik Holford.

Testo riadattato per il sito dalla Dottoressa Sabrina Gori.

 

Biosfera Nature | Spazio Naturale | Via Salceto, 85/a | Poggibonsi | Siena